Le rocce Sedimentarie, sono chiamte cosi perchè sono le rocce che vengono a formarsi a seguito di un processo chiamato appunto sedimentario. Si formano in seguito all'erosione, al trasporto, al deposito e diagenesi. Sono essenzialmente il risultato dell'accumulo nelle terse emerse di frammenti di altre rocce, o anche accumulo di resti di organismi vegetali e animali.
La caratteristica più importante è la stratificazione, costituita da strati sub-paralleli con spessore variabile. Ogni strato corrisponde a un preciso evento sedimentario, un intervallo di tempo durante il quale le condizioni di sedimentazione si sono mantenute costanti.
Molto spesso contengono fossili (Calcare Nummolitico - Arenaria Fossilifera), e consentono di ricostruire la sequenza temporale degli eventi geologici in una particolare area.
Il processo è lunghissimoe può durare milioni di anni, si realizza attraverso una sequenza caratteristica di eventi: Erosione, Deposizione.

IL PROCESSO SEDIMENTARIO

Il processo sedimentario è costituito da 4 fasi:

  1. Erosione: Alterazione Meccanica, Alterazione Chimica.

  2. Trasporto (Ad opera dei fenomeni Esogeni).

  3. Sedimentazione (prevalentemente nei bacini oceanici)

  4. Diagenesi: Compattazione, Carbonatazione.

  • EROSIONE: Si verifica la alterazione meccanica, cioè la trasformazione di Rocce preesistenti in detriti. Può essere dovuta all'acqua battente o al vento, all'azione del gelo e disgelo o anche a fattori Termoclastici, cioè dilatazioni dovute a elevate temperature.
    Altro fattore che causa l'erosione è quello Aloclastico (Tafoni) , causato dall'azione del sale marino che si comporta come il ghiaccio.
    Anche le radici e i Licheni sgretolano la roccia, nutrendosi dei minerali. Quando una roccia solidifica è in equilibrio con la temperatura e pressione, ma quando viene a trovarsi in superficie non è più in condizioni di equilibrio e la diminuita pressione provoca una dilatazione che provoca a sua volta la frantumazione. Questo processo è detto anche Dilatazione per rilascio di pressione.

    Oltre alla alterazione mecchanica si può verificare una Alterazione Chimica, che poò essere causata dall'azione dell'uomo (Inquinamento, rifiuti organici etc..etc..), dall'azione dei batteri, dall'azione delle piante che modificano, nutrendosi dei sali minerali, le caratteristiche delle sostanze del terreno.
    Anche l'ossidazione favorisce l'alterazione chimica, l'ossigeno presente nell'acqua si lega facilmente con tutti i minerali, causando un azione molto aggressiva.
    Se l'azione dell'ossigeno si combina con quella dell'acqua, si formano minerali molto fragili (Limonite - Ghetite).

    I silicati subiscono cosi l'azione dell'Idrolisi, vengono cioè scissi. I cationi passano in soluzione, la silice va in sospensione e non potendo sciogliersi l'alluminio idrato viene dilavato.

  • TRASPORTO: Il trasporto si verifica tramite i corsi d'acqua, che sfociano nei bacini.

  • SEDIMENTAZIONE: E' appunto il processo durante il quale i detriti si poggiano sul fondale, creando tanti strati di sedimentazione quanto sono i processi di trasporto.


  • DIAGENESI: La diagenesi che è il processo di solidificazione dei detriti si divide in due principali fasi, Cementazione e Carbonatazione.

    La Carbonatazione si verifica quando, l'anidride carbonica proveniente dalla respirazione cellulare si scioglie nell'acqua, formando cosi l'acido carbonico che da origine allo ione idrogeno e allo ione bicarbonato, quest'ultimo si lega con i cationi formando soluzioni solubili.
    I CaCO3 è invece insolubile in acqua, ma se l'acqua è acidificata dalla presenza della CO2 il Carbonato di Calcio può sciogliersi.
    Quando il calcare viene a contatto con acqua invece di CO2 essi si scioglie, provocando le caratteristiche cavitazioni del fenomeno carsico (Grotte - Doline - Inghiottitoi - Campi Carreggiati).
    L'aspetto costruttico del fenomeno carsico è rappresentato da: Stalattiti, Stalagmiti e colonne.

    Grotte de Is Janas

    La Cementazione è causata dall'azione del Carbonato di Calcio che, non essendo solubile in acqua, precipita e quando l'acqua evapora il CaCo3 solidifica, cementando tra loro i sedimenti.
    Una ulteriore causa di solidificazione è la Compattazione che consiste nella compressione dei sedimenti per mezzo degli strati soprastanti.

  • Esempio di compattazione e cementazione

    Viola=Quarzo - Blu=Feldspato

    CLASSIFICAZIONE DELLE ROCCE SEDIMENTARIE

    Le rocce sedimentarie si dividono in:

    • Clastiche (che vengono anche chiamate Detritiche)
    • Organogene
    • Evaporitiche
    • Piroclastiche

    • CLASTICHE

      Si dividono sulla base della dimensione dei granuli:
      Fino a 2mm di diametro: Conglomerato o Puddinga se deriva da diagenesi di ciottoli, Breccia se deriva da ghiaie.
      La matrice (Cemento) è spesso sabbioso, ma può essere anche CaCo3, Ematite, SiO2.
      Dai 2mm a 1 sedicesimo di mm: Sabbia o Arenaria.
      Inferiore a 1 sedicesimo di mm: Fango o Roccia Argillosa.

    • ORGANOGENE

      Bioerme: attività costruttiva degli organismi viventi, Coralli, Madreperle, Alghe Coralline (Dolomiti - Colline di Cagliari).
      Bioclastiche: diagenesi dei loro resti, gli organici vengono distrutti, gli scheletri, interni o esterni (Gusci, che possono essere Silicici tipici dei Radiolari), sono costituiti da una sostanza organica (conchiolina) che si decompone, costituita da Calcite e Aragonite.
      Questi gusci sono tipici dei Molluschi e dei Foraminiferi.
      Le Bioclastiche si dividono in: Rocce Fossiliche, Radiolariti, Diatomiti (Farina fossile - Tripoli).

      Il Carbone e il petrolio sono rocce organogene particolari:
      Carbone: Decomposizione dei vegetali.
      Petrolio: Decomposizione di plancton marino (Animale e Vegetale).
      Si formano entrambi con processi riduttivi, cioè in assenza di ossigeno.

    • EVAPORITICHE

      Sono rocce che derivano dalla precipitazione di sali per effetto della evaporazione dell'acqua di mare.
      I sali si formano secondo una sequenza precisa, il carbonato, il solfato di calcio, il cloruro di sodio e i sali di magnesio e potassio.
      Un esempio più frequente è il Salgemma.

  • PIROCLASTICHE

    Sono rocce formate dalla sedimentazione dei prodotti dell'azione eruttiva dei vulcani.
    Saranno cosi composte da stratificazioni di lapilli, polveri e bombe.

  • indietro avanti