Il testo

Analisi del contesto

Il nostro Liceo, per una alta percentuale, raccoglie un’utenza proveniente dall’hinterland cagliaritano. Da una generale indagine conoscitiva è stata rilevata una carenza dell’offerta volta:
- alla promozione di attività condotte in ambiente naturale;
- alla conoscenza del territorio;
- allo sviluppo di una coscienza ambientalista;
- alla capacità di valorizzare le ricchezze naturalistico-paesaggistiche quali possibili cardini di crescita sociale ed occupazionale.
La scuola in questo contesto può colmare in parte queste lacune ponendosi come centro di sensibilizzazione e promozione per i propri utenti.
L’acquisizione di una cultura dell’ambiente si pone al centro oramai di tutte le politiche regionali, nazionali, europee. Infatti lo sviluppo economico è sempre più vincolato ai principi di compatibilità ambientale, pertanto dalla valorizzazione di questo patrimonio dipende il futuro delle nuove generazioni. Tali presupposti sono legati all’acquisizione di una coscienza ambientalista che necessariamente coinvolge la sfera igienico-salutistica individuale ponendo così le basi per l’adozione di stili di vita improntati al “rispetto di sé e degli altri”.


Obiettivi, contenuti, metodologia

Tali premesse ci inducono a ritenere che debba essere avviato in maniera sistematica un progetto che coinvolga studenti del Liceo, con i seguenti obiettivi:

  • la pratica di una serie di attività svolte in ambiente naturale quali l’orienteering e l’arrampicata sportiva;
  • la conoscenza del territorio attraverso la geografia, la cartografia, la topografia, l’escursionismo;
  • l’acquisizione di una coscienza ambientalista;
  • l’acquisizione di una coscienza igienico-salutista.

La pratica di queste attività in ambiente naturale offre molteplici vantaggi dal punto di vista motorio coinvolgendo i ragazzi in esperienze fortemente motivanti, creando rapporti relazionali incentrati sulla collaborazione, sulla organizzazione e pianificazione degli intenti per raggiungere un risultato, sulla solidarietà nel condividere una difficoltà comune e favorendo lo sviluppo di una personalità indipendente ed autonoma in grado di prendere decisioni finalizzate.
L’elemento escursionistico proprio di queste attività consente di conoscere aspetti del territorio altrimenti difficilmente apprezzabili in merito alla bellezza degli elementi naturali, al loro stato di conservazione, agli interventi dell’uomo su di essi e alle eventuali azioni di tutela.

 

Tempi di attuazione

Il progetto, compatibilmente alla disponibilità delle risorse finanziarie, prende avvio nel corrente anno scolastico sviluppandosi interamente nell’arco dell’a.s. 2002/2003. Esso si articola nelle seguenti fasi:

1^. fase: costituita da 30 ore complessive

La prima fase comprende la formazione dei docenti interessati al progetto per ciò che attiene alle discipline sportive dell’orienteering e dell’arrampicata. Il corso di formazione condotto da figure professionali di accertata preparazione fornirà quelle competenze necessarie in futuro ad una gestione autonoma dei settori specifici.

2^. fase: costituita da 42 ore complessive di lezioni teorico-pratiche

Inizialmente dovranno essere forniti agli studenti coinvolti nel progetto gli elementi di carattere tecnico relativi alle discipline dell’orienteering e dell’arrampicata attraverso lezioni teoriche e pratiche (indoor) che pongano i ragazzi in condizioni di poter affrontare con una certa agevolezza gli aspetti pratici propri alle due attività.

3^. fase: costituita da 6 giornate di escursione

In questa fase i ragazzi potranno sperimentare praticamente in ambiente naturale le competenze acquisite traducendole nel “saper fare” attraverso escursioni guidate, organizzazione di percorsi preventivamente elaborati mediante l’analisi e lo studio di riferimenti cartografici. Questo momento rappresenta il fulcro dell’intero progetto poiché gli aspetti pratici ed escursionistici sono in grado di suscitare, per le caratteristiche connesse ad un coinvolgimento diretto dei ragazzi, forti spinte motivazionali.

4^. Fase: costituita da 40 ore

In questa fase verranno affrontati tutti quegli aspetti connessi all’ambiente e alla tutela della salute facendo continuo riferimento all’esperienza diretta maturata all’aperto mediante lezioni teoriche condotte dai docenti coinvolti nel progetto con la collaborazione di esperti in tematiche specifiche. Quest’ultimo lavoro costituirà oggetto di verifica degli obiettivi prefissati e allo stesso tempo permetterà l’elaborazione di materiale divulgativo.


Risorse

Le risorse umane sono individuate tra:

  • i docenti di Educazione fisica, Biologia, Disegno del Liceo (non è esclusa la possibilità di coinvolgimento di altre disciplne);
  • figure professionali interne e/o esterne competenti in materia di ambiente e salute, tecniche di orientamento, tecniche di arrampicata.


Le risorse tecnologiche già a disposizione

  • computers;
  • lavagne luminose;
  • videoregistratori.

 

Le risorse strutturali già a disposizione

  • locali del Liceo per le lezioni teoriche, l’elaborazione del materiale informativo, la preparazione logistica alle escursioni nel territorio;
  • palestra attrezzata per arrampicata dove attuare la fase preparatoria addestrativa (locali dell'Associazione Sportiva ”Nuovi equilibri” di Cagliari);
  • pareti rocciose già attrezzate per l’Arrampicata e località cartografate per l’Orienteering.

 

 

 

PROGETTO AMMESSO AL FINANZIAMENTO NELL’AMBITO DEL PIANO D’INTERVENTO CONTRO L’ABBANDONO E LA DISPERSIONE SCOLASTICA DELLA PROVINCIA DI CAGLIARI EX ART. 23 L.R. N° 37/98