Il lancio della sonda

La sonda Galileo

Galileo e' una sonda NASA lanciata in orbita il 18 ottobre 1989, e disegnata per studiare l'atmosfera del pianeta Giove, i satelliti e la magnetosfera a partire dal dicembre 1995 per due anni. E' stata chiamata con il nome dello scienziato italiano del Rinascimento che scopri' i maggiori satelliti di Giove nel 1610 con il primo telescopio astronomico.
Questa missione sara' la prima a compiere direttamente rilevamenti da una sonda attrezzata nell'atmosfera di Giove, e la prima a portare a termine un lungo periodo di osservazioni del pianeta, della magnetosfera e dei satelliti. E' anche la prima sonda ad incontrare un'asteroide, e a fotografare il satellite dell'asteroide.
Il Laboratorio di Propulsione Aerea ha disegonato e sviluppato la sonda Galileo e sta conducendo la missione; il Centro di Ricerca NASA ha sviluppato la sonda atmosferica con la Hughes Aircraft Conpany. Il governo tedesco ha contribuito alla missione con il sistema di propulsione e due esperimenti scientifici. Scienziati da sei nazioni partecipano alla missione. Come le Voyager e altre missioni interplanetarie, la sonda Galileo ha usato i campi gravitazionali dei pianeti come aiuto per la propulsione. La sonda e' entrata nei campi di Venere e della Terra per accumulare abbastanza velocita' per raggiungere Giove. Questa fase di aiuto gravitazionale Venere-Terra-Terra si e' conclusa con il sorvolo della Terra l'8 dicembre 1992. Le due visite alla cintura di asteroidi programmate per la sonda ha permesso di osservare da vicino questi corpi celesti: nell'ottobre 1991 la sonda ha sorvolato l'asteroide Gaspra, fornendo le prime immagini ravvicinate dell'asteroide; nell'agosto 1993 ha sorvolato un secondo asteroide, Ida, e ha scoperto il primo satellite di un'asteroide.
Nel luglio 1994 la sonda Galileo era l'unico osservatore in grado di ottenere immagini di Giove quando venti frammenti della cometa Shoemaker-Levy si schiantavano nella parte notturna dell'atmosfera per un periodo di sei giorni. Nel dicembre 1995 la sonda atmosferica ha condotto rilevamenti nell'atmosfera di Giove mentre la parte diu' grande della sonda ha iniziato un periodo di 23 mesi e di 11 orbite attorno alla magnetosfera e a 10 incontri con i satelliti.
I risultati scientifici della sonda Galileo sono stati trasmessi con un'antenna a bassa frequenza perche' l'antenna ad alta frequenza non ha risposto ai comandi a causa di un guasto nell'aprile del 1991.
Il veicolo spaziale Galileo pesa 2.223 kg e porta con se 10 strumenti scientifici e altri 6 sulla sonda di 339 kg. La sonda comunica con gli scienziati attraverso la Deep Space Network usando le stazioni in California, Spagna e Australia.